Tutto ha inizio
durante la pandemia
del 2020

In piena pandemia un gruppo di amici ha aperto in città la prima aula studio autogestita, per sopperire alla chiusura e alla mancanza di luoghi in cui studiare.
Abbiamo quindi fin da subito offerto un luogo sicuro in cui ritrovarsi inaugurando una stagione di eventi che ha animato il quartiere di Borgo Rovereto durante tutta l’estate.
Dopo un mese dall’apertura lo spazio era attraversato da un centinaio di ragazzi e abbiamo capito che in realtà quello di cui vi era realmente bisogno era un centro di aggregazione giovanile.
curioso
multiforme
audace
aggregazione
unione
Negli ultimi 3 anni abbiamo quindi avviato un polo socio-culturale che possa rappresentare le esigenze e gli interessi dei giovani alessandrini, una fucina di idee che vive della curiosità di una generazione che ha bisogno di costruire nuovi modelli per analizzare il mondo in cui vive: satura di passato ma affamata di futuro.
Purtroppo lo spazio dove siamo nati, un grande capannone di 500 mq, non era riscaldabile e coibentato quindi dopo solo 5 mesi dall’apertura abbiamo dovuto chiudere per l’inverno, tuttavia abbiamo continuato a lavorare ininterrottamente per garantire uno spazio agibile durante tutto l’anno.
A Gennaio 2021 grazie alla vincita di 3 bandi abbiamo effettuato dei lavori di ristrutturazione e installato un impianto di riscaldamento.
A Settembre 2021 abbiamo quindi riaperto lo spazio, pronti per non chiudere più.
Il nostro progetto oggi mira a intraprendere la strada per creare un hub socio-culturale gestito direttamente dai giovani e dedicato interamente ad essi per creare un’offerta culturale adeguata in città.
Dopo 3 anni di formazione e consulenze a Giugno 2023 ci siamo costituiti in Yggdra, un’Associazione di Promozione Sociale giovanile che promuove innovazione e collabora con la pubblica amministrazione.